Webcast live

Webcast live

Un webcast in diretta significa che una comunicazione e’ catturata e trasmessa in tempo reale su Internet. Flussi multimediali in diretta sono generalmente forniti da un mezzo chiamato streaming dal vivo (Live). Live streaming invia le informazioni direttamente al computer, o altro dispositivo mediale, senza salvare il file su disco rigido.

Fondamentalmente, i contenuti audio o video da un sistema audio/visivo (ad esempio una videocamera) vengono trasferiti in streaming dal software in esecuzione sul computer host. Il contenuto viene codificato (compresso e digitalizzato), e poi inviato ad un server specializzato noto come una rete di distribuzione di contenuti (CDN). Il CDN distribuisce e fornisce i mezzi di comunicazione su Internet – sia come trasmissione in diretta, o come “on demand” per l’accesso in un secondo momento, quando piu’ conveniente all’utente. I potenziali utenti finali sono in grado di visualizzare o ascoltare un webcast attraverso un programma di pubblicazione dei media sui loro computer (come ad esempio RealPlayer o Windows Media Player). Questo programma decodifica e converte il flusso di dati dal CDN.

 

[L’alimentazione di una videocamera è collegata ad un computer con schede di cattura (encoder) e software proprietario, che converte il segnale in un formato internet-friendly e lo invia ad un server host (o Content Delivery Network). Da lì, il segnale è a disposizione di potenziali spettatori su Internet in formati come Windows Media Player, Flash o Microsoft Silverlight.]

Un flusso multimediale può anche essere trasmesso su richiesta (on-demand). Su richiesta webcasting è fornito da un mezzo chiamato in streaming progressivo o il download progressivo. I flussi on-demand sono spesso salvati su dischi e server per lunghi periodi di tempo; mentre per il webcast dal vivo, i flussi sono disponibili solo una sola volta (per esempio durante un evento sportivo).

Tecnologie di streaming come Adobe Flash, Apple QuickTime e Microsoft Windows Media e Silverlight sono tutte dotate di alcune componenti comuni nelle loro soluzioni. Questi includono un lettore per riprodurre i media sul computer del visitatore o dispositivo mobile, un formato di file definito o formati che il dispositivo usera’, e spesso una componente server che offre funzionalità come la gestione dei diritti digitali e di streaming.

Tutte le tecnologie di streaming usano la compressione per ridurre la dimensione dei file audio e video in modo che possano essere recuperati e riprodotti dagli spettatori a distanza in tempo reale. Tecnologie di compressione video più comuni, detti anche codec, includono H.264, MPEG-4, VP6 e VP8, Windows Media Video (WMV), e MPEG-1/2, mentre i codec audio comuni includono AAC (Advanced Audio Coding), Vorbis, Windows Media Audio (WMA) e MP3.

COME ESEGUIRE WEBCAST STREAM DAL VIVO?

Qui di seguito ci sono I passaggi tecnici per eseguire un webcast streaming in tempo reale:

  1. Il flusso audio viene compresso utilizzando un codec audio come MP3, Vorbis o AAC.
  2. Il flusso video viene compresso utilizzando un codec video come H.264 o V8.
  3. Flussi audio e video codificati sono assemblati in un bitstream container come FLV, WebM, ASF o ISMA.
  4. Il flusso di bit viene distribuito da un server di streaming ad un client di streaming utilizzando un protocollo di trasporto, quali MMS o RTP.
  5. Il client di streaming può interagire con il server utilizzando un protocollo di controllo, come ad esempio MMS o RTSP.